Pilates

Pilates

Il Pilates è una routine di condizionamento del corpo che può aiutare a costruire flessibilità, forza muscolare e resistenza in gambe, addominali, braccia, fianchi e schiena. Pone l’accento sull’allineamento della colonna vertebrale e del bacino, la respirazione, e lo sviluppo di un nucleo forte o centro, migliorando la coordinazione e l’equilibrio. Il Pilates permette di modificare diversi esercizi secondo livelli di difficoltà dal più facile all’avanzato. L’intensità può essere aumentata man mano che il corpo si adatta agli esercizi.

Il Pilates migliora il tono muscolare, bilancia la muscolatura, supporta la postura corretta, e insegna a muoversi con agilità e grazia. Ci sono un numero crescente di studi che mostrano i benefici del Pilates nella riabilitazione a livello generale. E’ utile per migliorare l’equilibrio, la stabilizzazione e flessibilità lombare, il mal di schiena, e la disfunzione del pavimento pelvico.

Questo è un facile manuale che puoi avere subito in formato digitale con una donazione libera all’autore:

Pilates

Perchè si chiama Pilates

Joseph H. Pilates è nato nel 1883 a Mönchengladbach, in Germania. Suo padre era un ginnasta che ricevette diversi premi, e sua madre lavorava come naturopata.

Pilates era un bambino malaticcio e soffriva di asma, rachitismo e febbre reumatica, e ha dedicato tutta la sua vita a migliorare la sua forza fisica. Oltre a sciare, iniziò a studiare il body-building, lo yoga, il Kung Fu (probabilmente quello che oggi è conosciuto come il qigong), e la ginnastica. Dall’età di 14 anni era abbastanza in forma per posare per Le tavole anatomiche. Pilates riteneva che la vita moderna, la cattiva postura e la scarsa respirazione siano causa di cattiva salute. Alla fine mise a punto una serie di esercizi e di tecniche di addestramento e progettò tutte le apparecchiature, le specifiche, e gli aggiustamenti necessari per insegnare i suoi metodi in modo corretto.

Pilates inizialmente era un ginnasta, un tuffatore, e un bodybuilder, ma poi nel 1912 si trasferì in Inghilterra, guadagnandosi da vivere come pugile professionista, lavorando nei circhi e insegnando tecniche di autodifesa nelle scuole di polizia e a Scotland Yard. Tuttavia durante la prima guerra mondiale le autorità britanniche lo internarono insieme ad altri cittadini tedeschi in un campo di prigionia, prima nel castello di Lancaster. Fu qui che raffinò e il suo sistema minimale di attrezzature di esercizi da fare su un tappetino che più tardi divenne ” Contrology “. In seguito fu trasferito in un altro campo di internamento sull’Isola di Man. Durante questa pausa involontaria sviluppò il suo concetto di un sistema integrato e completo di esercizio fisico, che egli stesso chiamò “Contrology”. Si dedicò allo studio dello yoga e all’osservazione dei movimenti degli animali e insegnò ai suoi compagni di cella esercizi di fitness. Si racconta che quei detenuti sopravvissero alla pandemia influenzale del 1918 grazie alla loro buona forma fisica.

Dopo la guerra (prima guerra mondiale) tornò in Germania dove collaborò con importanti esperti di danza e esercizio fisico, come Rudolf Laban. Ad Amburgo addestrava gli agenti di polizia. Quando fu messo sotto pressione perché addestrasse le forze dell’esercito tedesco, lasciò il suo paese natale, deluso delle condizioni politiche e sociali di quel periodo, emigrando negli Stati Uniti.

Sulla nave per l’America conobbe la sua futura moglie Clara con la quale aprì uno studio a New York City e e insieme si dedicarono all’insegnamento e a seguire i loro studenti fino al 1960. Il suo metodo, che lui e Clara inizialmente chiamarono “Contrology”, era inteso a incoraggiare l’uso della mente per controllare i muscoli. Il metodo si basa sulla concentrazione dell’attenzione sui muscoli posturali che aiutano a mantenere il corpo umano equilibrato e a fornire supporto alla colonna vertebrale. In particolare gli esercizi di Pilates insegnano la consapevolezza del respiro e dell’allineamento della colonna vertebrale e a rafforzare il torace e muscoli addominali.

In breve tempo Joseph e Clara Pilates ebbero al loro seguito artisti della comunità della danza del teatro di New York. Ballerini famosi mandavano i loro studenti da Pilates per imparare gli esercizi e per la riabilitazione, Il suo regime di esercizi donava flessibilità, forza e resistenza. Dopo che si venne a sapere che le ballerine frequentavano la palestra di Pilates sulla 8th Avenue, anche le donne dell’alta società iniziarono a frequentarla.

Joseph Pilates ha scritto diversi libri, tra cui Return to Life through Contrology and Your Health, ed è stato anche un prolifico inventore, con oltre 26 brevetti. Joe e Clara avevano un numero di discepoli che hanno continuato ad insegnare varianti del suo metodo o, in alcuni casi, a portare avanti il metodo e le tecniche di addestramento per istruttori esattamente come l’avevano appreso durante gli studi con Joe e Clara. Joseph Pilates è morto nel 1967 all’età di 83 anni a New York.

linea orizzontale grafica

Medicinenon.it e Arnoldehret.it sono due siti di Luciano Gianazza.

Medicinenon.it è da molti anni un punto di riferimento per chi vuole liberarsi della disinformazione e poi acquisire la corretta conoscenza.

ArnoldEhret.it è il sito ufficiale degli insegnamenti di Arnold Ehret, raccolti nei suoi libri, fra i quali Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco è un best seller internazionale. Arnold Ehret ha ritrovato il sentiero, di cui si era persa ogni traccia secoli fa, che porta all'alimentazione naturale dell'Uomo e alla salute perfetta in quanto ripristina la naturale capacità del corpo umano di disintossicarsi da tossine e veleni. In questo mondo avvelenato, il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco fornisce i fondamenti per un'alimentazione e stile di vita che sono essenziali per la buona riuscita dei vari protocolli di disintossicazione.

Tutti i libri originali di Arnold Ehret sono reperibili sul sito www.arnoldehret.it | Libri

Condividi con i tuoi amici:
Condividi questa pagina via Email Condividi questa pagina con Facebook Condividi questa pagina con Twitter